Loading...
Dagli inizi agli anni ’60 2018-05-15T13:23:36+00:00

Project Description

LE SORGENTI DELL’IMMAGINARIO

Cosa può mai arrivare della Bellezza dentro la testa di un ragazzetto di dieci anni o giù di lì che vive in una piccola, nobile cittadina della provincia maremmana nei primi anni cinquanta?
Molto, se ha la fortuna di crescere in una famiglia di artigiani del legno e del ferro, abili costruttori di carri agricoli, di ‘calessini’, di carriole, di ogni mezzo di trasporto necessario a una comunità sostanzialmente agricola ma di grandi tradizioni minerarie: la bellezza delle forme nella loro essenzialità, la magica rispondenza di un oggetto all’uso che da esso ci si attende, sorgente vera di ogni creatività genuina, libera da ogni aggiunta arbitraria e da ogni vuota, inutile invenzione puramente formale e portatrice così di bellezza.
Una famiglia dove una mamma sarta compone e inventa manipolando abilmente stoffe e modelli, accostando colori e disegni e spiegando perché e perché no.
E quando c’è uno zio ‘sindaco’, che vive in famiglia e che, sapendo tutto o quasi di te, ti fa arrivare opuscoli e libri illustrati che parlano di arte e non solo, che ti porta con sé in visita a tante belle dimore di personaggi i più vari e colorati, in tanti luoghi sempre nuovi e sorprendenti di una regione fortunata come quella toscana il gioco è fatto. Le mie sorgenti vere sono queste. Generate e alimentate naturalmente da qualcosa di insondabile che nemmeno io conosco.

MORE FROM BRUNO STEFANELLI COLLECTION